skip to Main Content
Circeo

Picco della Circe dal Belvedere delle Crocette

Ecco, ed all’isola Eea giungemmo, ove Circe abitava (Odissea, Canto X, vv. 135-137)

Una bellissima escursione sul Monte Circeo che si erge sul Mar Tirreno e domina tutta la Pianura Pontina. La cima da raggiungere è il Picco di Circe (541 m), la più alta di tutto il promontorio. Un luogo leggendario legato alla mitologia greca, dimora di Circe.

Sabaudia
Sabaudia

 

Raggiungiamo il Belvedere delle Crocette dove è possibile parcheggiare la macchina e iniziare il trekking sul sentiero 750. Ci sono anche altri percorsi per raggiungere il picco, questo sicuramente è il più panoramico.Il primissimo tratto è sulla strada asfaltata, arrivati in prossimità di una cabina dell’Enel, finalmente, si svolta a destra e si entra nel bosco. Usciti dal primo pezzo coperto dalla vegetazione arborea, è subito possibile scorgere il Picco di Circe. E sembra di essere già giunti a destinazione.

Picco di Circe
Picco di Circe

 

Invece l’occhio inganna perché ci sono svariati sali e scendi su rocce e piccoli boschi che allungano il cammino. Appena si esce dal primo tratto del bosco il panorama diventa subito incredibilmente bello. Sulla sinistra, l’azzurro del Mar Tirreno è quasi travolgente, sulla destra la Pianura Pontina e dietro di noi lentamente il sole sale su tutto il Golfo di Gaeta. Continuiamo a camminare su queste bellissime creste di rocce, dove bisogna prestare una particolare attenzione, e accade sempre la stessa cosa: appena sembra di avvicinarsi alla cima, subito il sentiero scende bruscamente e la cima non si vede più. Una volta arrivati sotto il picco, il sentiero piega sulla sinistra e gira intorno alla parete di roccia.

Sotto il Picco
Sotto il Picco

 

Una salita ci porta rapidamente ad un bivio dove bisogna tenersi sulla destra. A sinistra invece si raggiunge un bellissimo punto panoramico. Arrivati in cima al famigerato Picco di Circe tutto, si vede meglio… Il Vulcano Laziale e tutta la catena pre-appenninica dei Volsci. La Pianura Pontina, con le sue innumerevoli serre e campi coltivati. Lo sterminato Golfo di Gaeta e tutte le Isole Pontine.

Dal Picco di Circe
Dal Picco di Circe

 

Tutto il percorso sulla cresta che si è fatto per arrivare fino in cima. Volgendo lo sguardo dall’altra parte, in direzione Nord, attraverso uno scorcio nella vegetazione si può mirare tutta la spiaggia di Sabaudia con le sue bellissime dune che separano il Mar Tirreno dai Laghi costieri.

fino al Vulcano Laziale
fino al Vulcano Laziale

 

Per tornare al Belvedere delle Crocette, bisogna ripercorrere lo stesso percorso dell’andata. L’intero itinerario ha un tempo di percorrenza di circa 3:30 ore (andata e ritorno), il dislivello non è eccessivo compreso i sali e scendi, comunque è un percorso abbastanza impegnativo, ci vuole una buona preparazione fisica per affrontarlo al meglio.

Mirando mirando
Mirando mirando

 

Sicuramente è un percorso stupendo che non può deludere, il rumore del mare vi accompagnerà per quasi tutto il tragitto insieme ai paesaggi che si possono mirare spaziano dalle montagne alle isole, il tutto sotto gli occhi della Dea Circe.

 

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top
×Close search
Cerca

Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Accettando i cookie ne confermi l'utilizzo su questo sito web.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi