skip to Main Content
Monte Vioz

Monte Vioz dal Rifugio Doss dei Cembri

Il Monte Vioz (3645 m). Siamo nelle Alpi Retiche meridionali nel Gruppo Ortles-Cevedale, lungo la linea che separa il Trentino Alto Adige dalla Lombardia. Percorriamo la Via Normale, che si sviluppa sul versante trentino della montagna.

Ascesa sul Monte Vioz
Ascesa sul Monte Vioz

 

Da Peio Fonti prendiamo due impianti di risalita, una Cabinovia e una seggiovia che ci portano fino al Rifugio Doss dei Cembri (2300 m). Percorriamo un breve tratto del Sentiero 138, fino ad intercettare il Sentiero 105 o Sentiero attrezzato del Vioz che percorre la lunga dorsale del monte. Gli scenari divengono subito rocciosi e i paesaggi si aprono.

Salite mozzafiato
Salite mozzafiato

 

Aggiriamo il Dente del Vioz (2905 m) e raggiungiamo il bivio che porta alla funivia di Pejo 3000. Continuiamo a salire tra rocce e pietre fino a raggiungere il Brick. Una serie di corde di metallo lungo la via, facilitano il superamento di alcuni tratti. Intercettiamo il filo di cresta e appare la croce posta sull’Anticima del Monte Vioz.

Anticima del Monte Vioz
Anticima del Monte Vioz

 

Arriviamo al Rifugio Mantova (3535 m), facciamo una breve pausa e torniamo sui nostri passi. La vetta è davvero vicina. La presenza della neve comincia ad essere persistente, rendendo quella roccia ancora più bella. L’ultimo tratto di cresta ci porta direttamente sull’Anticima del Monte Vioz e le nuvole ci circondano.

La cima del Monte Vioz
La cima del Monte Vioz

 

La cima del monte, velata dalle nubi. Anche se vicina appare ancor più lontana. Per un istante quasi inaccessibile, circondata da una sottile, effimera bellezza. Sembra che sia sospesa dal tempo e dalla terra, dalla vita terrestre e dalla rappresentazione della stessa. In questo scenario, lascio il mio sguardo al sogno e arrivo aleggiando sulla sommità della montagna.

Dalla vetta del Monte Vioz
Dalla vetta del Monte Vioz

 

Dalla cima del Monte Vioz le vedute spaziano in un susseguirsi di ghiacciai, montagne, laghi e valli. Siamo colpiti soprattutto da quel Lago di Careser che un giorno vogliamo nuotare, attraversandolo.

Lago di Careser
Lago di Careser

 

Le nubi tendono a coprirci e cominciamo la nostra discesa sullo stesso percorso della salita.

 

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top
×Close search
Cerca

Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Accettando i cookie ne confermi l'utilizzo su questo sito web.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi