skip to Main Content
Canyon Del Colca

Canyon del colca e il volo del Codor

Uno dei momenti più iconici e più attesi di tutto il viaggio! Poter mirare il volo dei Condor… Per vedere questi animali librarsi liberi nel cielo ci rechiamo nel Canyon del Colca, uno dei Canyon più profondi della terra (3270 m nel punto più profondo).

Emanuele il Profeta
Emanuele il Profeta

 

Qualche ora prima dell’alba ci trasferiamo da Arequipa a Chivay, una piccola città del Perù meridionale. Da Chivay andiamo subito in uno dei punti di avvistamento più famosi, il Mirador Cruz del Condor (3779 m).

Rio Colca
Rio Colca

 

Sotto di noi si aprono 1200 m di vuoto. Lo sguardo scende fino al Rio Colca, il fiume che ha scavato quest’immenso canyon. Cerchiamo un ottimo punto per appostarci e aspettiamo in silenzio che qualcosa si muova nell’aria sotto di noi…

Aspettando il volo del Condor
Aspettando il volo del Condor

 

Non ricordo di aver aspettato un lungo periodo, soltanto la sensazione di un intenso brivido sulla pelle. Sono proprio loro? Me lo sono chiesto varie volte… Ebbene sì, condor che tagliano, senza battito di ali, quella fetta di cielo racchiusa nelle rocce del canyon. Sospesi, si muovono danzando un’antica melodia. Uno statico veleggio, sinuoso il movimento che legge correnti ascensionali. Sacrale, il travaglio di questi avvoltoi. Un rito di purificazione dal cielo alla terra, il perfetto e paradossale abbraccio che unisce la vita alla morte.

El Condor Pasa
El Condor Pasa

 

Dal Mirador Cruz del Condor, ci abbassiamo fino a raggiungere il punto di partenza del nostro trekking, Pampa San Miguel (3280 m). Dobbiamo scendere all’interno del Canyon fino a raggiungere il fiume. Il tracciato è sempre ben evidente e incomincia la nostra discesa. Fa molto caldo e gli scenari sono aridi, polverosi. Camminiamo tra cactus e rocce e scendiamo di quota. Adesso le pareti del canyon ci sovrastano, altissime sopra di noi. Nel cuore delle montagne. E da quegli anfratti e pertugi di tanto in tanto qualche condor si libra sulle nostre teste.

Immerso nel Canyon del Colca
Immerso nel Canyon del Colca

 

Arriviamo fino al primo insediamento San Juan de Chuccho (2300 m) e attraversiamo su di un ponte sospeso il Rio Colca. Dall’altra parte del fiume i paesaggi sono differenti, modellati dal lavoro dell’agricoltura. Terrazzamenti coltivati, verde e piccoli insediamenti prendono forma.

Ponti sospesi...
Ponti sospesi…

 

Delle vere e proprie oasi. Ci fermiamo a pranzare a San Juan e continuiamo il nostro cammino nel pomeriggio. Dopo una serie di sali e scendi attraversiamo nuovamente il Rio Colca, sempre su di un ponte sospeso, fino ad arrivare all’Oasi di Sangalle (2160 m).

Oasi di Sangalle
Oasi di Sangalle

 

In questo piccolo villaggio passeremo la notte. Calate le luci, l’inquinamento luminoso nel profondo del Canyon del Colca è pari a zero, un cielo stellato così bello l’ho visto poche volte in vita mia.

Disegni celesti
Disegni celesti

 

L’indomani partiamo molto presto per risalire il Canyon. Luci frontali e iniziamo l’ascesa fino al paese di Cabanaconde (3280 m). Volendo è possibile percorrere la salita con il cavallo, in molti preferiscono questa soluzione.

Senora Chichera
Senora Chichera

 

Arrivati a Cabanaconde beviamo un Mate di Coca e sulla strada per tornare a Chivay, una ragazza dal sorriso stupendo ci prepara il Sakyo. Una bevanda fatta con il succo del Cactus. Da Chivay ci spostiamo con il bus verso Puno per poi attraversare il confine e andare in Bolivia. Lungo la strada ci fermiamo a vedere il Mirador de los Andes (4910 m), un punto panoramico dal quale è possibile vedere otto vuclani: Ampato (6310 m), Chachani(6075 m), Huaca Huaca (6025 m), Sabancaya (5976 m), El Misti (5822 m), Ubinas (5675 m), Mismi (5597 m), e Chucura (5360 m).

 

 

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top
×Close search
Cerca

Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Accettando i cookie ne confermi l'utilizzo su questo sito web.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi