skip to Main Content
Punta Gnifetti E Capanna Margherita

Punta Gnifetti e Capanna Margherita

Siamo nel vivo della nostra escursione sul Massiccio del Monte Rosa. Ci spostiamo a Grassoney-La-Trinitè e prendiamo gli impianti di risalita Stafal (1829 m) che ci portano fino alla Stazione Punta Indren (3275 m).

Capanna Margherita
Capanna Margherita

 

Attraversiamo un piccolo tratto del Ghiacciaio di Indren (3377 m), per portarci sotto i profili rocciosi. Decidiamo di arrivare al Rifugio Capanna Giovanni Gnifetti (3647 m), risalendo su roccia attraverso un percorso attrezzato con delle corde.

Ghiacciaio di Indren
Ghiacciaio di Indren

 

Giunti sulla sommità di questi profili rocciosi ci armiamo di ramponi e attraversiamo il Ghiacciaio del Garstelet (3604 m), fino ad arrivare al rifugio. Davanti  a noi le vette si innalzano imperiose e un mare di ghiacciai (purtroppo frastagliati) si estende a perdita d’occhio. Pernottiamo al Rifugio Gnifetti, la sveglia è alle 03:30 e la partenza alle 04:00.

Tramonto da Capanna Gniffetti
Tramonto da Capanna Gniffetti

 

Dopo una rapida colazione, siamo pronti per la nostra ascesa! Il cielo è nitido e camminiamo sotto il cielo stellato. Attraversiamo il Ghiacciaio del Lys, la parte più delicata data la pessima condizione del ghiaccio. Un continuo di voragini e crepacci.

Prime luci sul Monte Rosa
Prime luci sul Monte Rosa

 

Comincia ad albeggiare, e ci fermiamo sul Colle del Lys (4246 m) per ammirare la bellezza infinita di questi scenari.

Alba sul Monte Rosa
Alba sul Monte Rosa

 

Come una solenne celebrazione, posso chiaramente percepire l’avvenuta di questa alba. La luce appare incorniciata tra due sommità alpine. I ghiacci ricoprono tutto in un silenzioso abbraccio. I respiri prendono forma e il calore che percepisco, saturo di contrasti, proviene dal gelo e da quella azzurra luce. Così mi lascio trasportare da questi venti, che sibilano sopra i 4000 m…

Punta Gniffetti e Capanna Margherita
Punta Gniffetti e Capanna Margherita

 

Le due sommità alpine sono: Punta Parrot (4434 m) sulla nostra destra e Punta Gnifetti (4554 m) sulla nostra sinistra. Proprio sulla cima di quest’ultima si vede nitidamente il Rifugio Capanna Regina Margherita.

Dalla vetta di Punta Gniffetti
Dalla vetta di Punta Gniffetti

 

Proseguiamo il nostro cammino tra statue e formazioni di ghiaccio. Passo dopo passo, ci avviciniamo all’attacco di Punta Gnifetti. Dopo un’ultima salita siamo sopra quelle linee, verticali profili che si trasformano in sconfinati orizzonti.

Verticali profili si trasformano in sconfinati orizzonti
Verticali profili si trasformano in sconfinati orizzonti

 

Purtroppo le condizioni metereologiche non sono delle migliori, decidiamo di non rimanere a Capanna Margherita per la notte, ma di continuare la nostra avventura su questo massiccio, unendo il programma di due giorni in uno soltanto.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top
×Close search
Cerca

Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Accettando i cookie ne confermi l'utilizzo su questo sito web.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi